Ciao & Benvenuto su Desmoriders.it | La community dei ducatisti!
Ci puoi trovare anche su Follow us on Facebook My Space
Sign Up

/*Banner da inserire*/

User Tag List

Thanks Thanks:  0
Likes Likes:  0
Dislikes Dislikes:  0
Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Desmorider L'avatar di MAV72
    Con noi da
    September 2015
    Età
    45
    Messaggi
    2,369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    Ieri i motori delle MotoGP si sono spenti in Tailandia e oggi quelli delle SBK si sono accesi a Phillip Island. Due giorni di test sulla pista australiana per i piloti delle derivate di serie che, come ormai tradizione, inizieranno la loro stagione prima di tutti, già questo fine settimana.
    Il vento, una costante a Phillip Island, non ha reso la vita facile ai piloti ma Marco Melandri non se ne è curato troppo e ha portato la sua Ducati Panigale davanti a tutti già nel mattino, facendo segnare un tempo irraggiungibile per tutti gli altri. Il ravennate è stato l’unico ad andare sotto il muro del 1’31”, segnando il miglior crono in 1’30”726.
    “È stata una giornata positiva, a prescindere dalle condizioni meteo non ottimali - ha commentato Marco - Il vento era molto forte ed imprevedibile, per questo non è stato possibile abbassare ulteriormente i tempi nel pomeriggio, ma abbiamo lavorato bene con tutta la squadra, trovando subito un buon feeling con la moto. Dopo aver valutato tutti i componenti nei test precedenti, qui abbiamo potuto concentrarci maggiormente sulla prestazione. Un anno di esperienza con la Panigale R sicuramente rappresenta un vantaggio, soprattutto per quanto riguarda l’elettronica. Le gare comunque saranno sicuramente diverse, quindi dobbiamo mantenere alta la concentrazione”.
    In senso assoluto, siamo ancora distanti dai migliori riferimenti a Phillip Island (l’anno scorso Rea aveva fatto la pole in 1’29”573) ma, come detto, la pista non era nelle migliori condizioni. Le raffiche di vento rendevano semplice un errore e infatti il campione del mondo Rea è finito a terra alla curva 11, fortunatamente senza riportare conseguenze, perdendo il secondo turno di prove libere. Stesso destino per Torres sulla MV Agusta, caduto alla curva 7.
    Le due Kawasaki hanno soffiato sul collo di Melandri, con Sykes in 2ª posizione della giornata (mentre nel pomeriggio è stato il più veloce) a 0” 341, mentre Rea è 3° con un ritardo che supera già il mezzo secondo e che non ha girato nel pomeriggio.
    Tra le prime posizioni manca Davies, che ha preferito limitare i rischi memore dell’infortunio patito alla fine dello scorso anno. Chaz ha chiuso la giornata 10°, con un distacco importante (1”328) dal compagno di squadra.
    Risalendo nella classifica, spicca il 4° tempo di Leon Camier con la Honda, protagonista di convincenti passi avanti in questo inverno. Diversa la situazione del compagno di box Gagne, appena 17°.
    Sono invece entrambe in Top Ten le due Yamaha ufficiale, con Van der Mark 5° e Lowes 8°, entrambi hanno migliorato i loro riferimenti nella sessione pomeridiana e sono stati gli unici nel gruppo di testa.
    Sesto posto per Fores con la Ducati del Team Barni, che si è tenuto alle spalle l’Aprilia di Eugene Laverty, mentre Lorenzo Savadori, con l’altra RSV4 in pista, è 12° davanti a Razgatlioglu. Loris Baz, tornato in SBK, dopo l’esperienza in MotoGP, è invece 11° con la BMW del team Althea, proseguendo nel suo processo di adattamento alla moto. Il francese aveva due moto nel box in modo da potere svolgere più velocemente tutte le prove in programma.
    I TEMPI
    pi test day1 900x545 - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    - - - Aggiornato - - -

    davies pillip island?itok=H186sVun&timestamp=1519039223 - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018


    lg.php?bannerid=82&campaignid=3&zoneid=13&loc=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%2F2018%2F02%2F19%2Fsbk%2Fdavies oggi era importante non fare cose stupide.html&referer=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%3Fevent%3D12352%26session%3D12357%26championship%3D12351&cb=f4dc8b881a - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    Partenza con prudenza. Chaz Davies ha chiuso la prima giornata di test sul tracciato di Phillip Island con un 10° tempo nella time list. Un approccio cauto quello del gallese che, lo ricordiamo, è ancora convalescente dall'incidente capitatogli lo scorso anno nell'ultimo appuntamento ai test di Jerez, quando riportò dei danni ai legamenti collaterali del ginocchio sinistro ed un trauma osseo al polso sinistro. Dopo un inverno "noioso" passato tra cure ed allenamenti in sella ad una supermotard, le cose però sembrano andare per il verso giusto e, dopo il primo approccio a Partimao, per Chaz è il momento di iniziare a spingere un po' di più in vista del debutto stagionale, proprio a Phillip Island, del prossimo weekend: "Gli obiettivi per la nuova stagione sono sempre gli stessi: migliorare, fare passi a avanti. Basterà? Ve lo dirò tra 8 o 9 mesi." dichiara nell'inedita veste di "vlogger"

    A creare qualche grattacapo nel primo giorno di test in terra australiana si sono aggiunte le non perfette condizioni meteo di Phillip Island, con forti raffiche di vento che hanno creato qualche grattacapo a molti piloti (compresi Jonathan Rea e Tom Sykes, incappati in una caduta).

    Davies ha gradualmente preso confidenza con la sua Panigale R, svolgendo numerose prove comparative con la moto in configurazione 2018. Alla fine del lavoro ha chiuso con un personale di 1’32.054, cioè a 1”328 dal compagno Marco Melandri, leader di giornata.
    Un distacco importante, ma il pilota Aruba.it non ne fa un problema: "È importante non fare cose stupide ed essere colto di sorpresa o fare errori qui nel primo giorno di test. Praticamente abbiamo usato soltanto due treni di gomme,l'obiettivo non era quello di fare un giro veloce ma piuttosto di capire meglio il materiale a nostra disposizione."

    In cima alle priorità di Davies ci sono al momento la messa a punto della sua Panigale R, ed anche di saggiare una condizione fisica che fortunatamente sembra in deciso miglioramento:"Dobbiamo ancora mettere insieme il pacchetto ideale ma, considerando che le condizioni non erano ottimali, penso che abbiamo fatto un bel lavoro. La priorità è di avere una moto che possa essere il punto di riferimento su ogni pista. Fisicamente mi sento meglio - conclude - e la cosa mi rende felice."






    lg.php?bannerid=0&campaignid=0&zoneid=18&loc=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%2F2018%2F02%2F19%2Fsbk%2Fdavies oggi era importante non fare cose stupide.html&referer=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%3Fevent%3D12352%26session%3D12357%26championship%3D12351&cb=2ed1f63faa - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

  2. #2
    Desmorider L'avatar di MAV72
    Con noi da
    September 2015
    Età
    45
    Messaggi
    2,369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Re: SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    rea1?itok=1emOQZB2&timestamp=1519114711 - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018


    lg.php?bannerid=82&campaignid=3&zoneid=13&loc=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%2F2018%2F02%2F20%2Fsbk%2Frea e la kawasaki tornano a dettare legge 3deg melandri.html&referer=https%3A%2F%2Fwww.gpone.com%2Fit%3Fevent%3D12352%26session%3D12357%26championship%3D12351&cb=65c50f7c6b - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    Era l’ultima occasione per affilare le armi in vista del via della stagione e allora Johnny Rea ne ha approfittato per mandare un segnale ben chiaro. Nella seconda e ultima giornata di test a Phillip Island, il pilota nordirlandese ha messo tutti in riga, grazie al crono di 1’30”598. È la migliore prestazione della due giorni, che consente al tre volte iridato di lasciarsi alle spalle la caduta di ieri che gli aveva complicato i piani.
    Johnny torna quindi nella posizione dove gli compete, seguito a ruota da Tom Sykes (+0206), staccato di soli due decimi. Kawasaki non poteva aspettarsi di più al termine di un martedì dove entrambi i portacolori guardano tutti dall’alto. Insomma, nemmeno le novità regolamentari sono servite a stravolgere il copione, ma questo già l'avevamo intuito.
    Da una parte c’è la ZX-10RR che prova la fuga, dall’altra la Ducati di Marco Melandri che non ha la minima intenzione di farsi scappare i due rivali. Dopo il riferimento del lunedì, il ravennate è riuscito a confermarsi, strappando il terzo crono, a poco più di quattro decimi dalla vetta (+0.455). Chi soffre è invece Chaz Davies. Martedì in salita per il gallese, chiamato a confrontarsi con uno stato di forma non ancora al top a seguito dell’infortunio di novembre. L’undicesimo tempo è la conferma del momento difficile del portacolori Aruba, finito addirittura fuori dalla top ten e con un gap dalla vetta che sfiora il secondo.
    Nei primi dieci della classifica ci sono invece le due Aprilia. Sorprende col quarto crono quella di Eugene Laverty, a soli 21 millesimi da Melandri, decima invece quella di Lorenzo Savadori (+0.981), preceduto di 37 millesimi dalla BMW di Loris Baz. Segnali quindi incoraggianti per il francese, al ritorno in Superbike dopo la conclusione dell’avventura con Avintia in MotoGP.
    Tornando ai piani alti della classe, Xavi Foré tiene alta la bandiera Ducati, precedendo col quinto crono l’accoppiata Yamaha formata da van der Mark e Lowes. Interessante vedere come i tempi del secondo giorno di libere siano particolarmente ristretti, con dieci piloti racchiusi in un solo secondo. Tra questi c’è anche la Honda di Leon Camier (7°, +0.772), verso cui non manca l’attesa dopo quanto visto tra Jerez e Portimao.
    Costretta invece a rincorrere la MV Agusta di Jordi Torres, addirittura tredicesima e preceduta dalla Kawasaki di Toprak Razgatlioglu. Poi la Fireblade SP2 di Jake Gagne, chiude invece il gruppo la Yamaha di Jezek.
    classifica3 800x510 - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

  3. #3
    Desmorider L'avatar di MAV72
    Con noi da
    September 2015
    Età
    45
    Messaggi
    2,369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Re: SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    SSP

    È un inizio da protagonista quello della Yamaha a Phillip Island. Meglio di così non poteva proprio andare l’ultimo test, dal momento che le prime quattro posizioni del martedì sono occupate soltanto da R6. Se ieri il più veloce si è rivelato Lucas Mahias, quest’oggi a raccogliere il testimone del francese è toccato a Randy Krummenacher. Il pilota svizzero, portacolori del team Bardahl, ha bloccato il crono metro sul tempo di 1’33”499, precedendo di soli 48 millesimi il campione in carica della categoria.
    Buone notizie giungono anche da Federico Caricasulo (+0.144), protagonista del terzo tempo a poco più di un decimo dalla vetta. Il pilota romagnolo è a caccia del riscatto sul tracciato australiano, dopo le delusione dello scorso anno che lo ha visto ritirarsi sul più bello. E che dire poi di Sandro Cortese, sbarcato da poco in SuperSport dopo la fine dell’avventura in Moto2. Il tedesco è partito col piede giusto, archiviando la giornata col quarto tempo davanti all’idolo di casa, Anthony West (+0.532). L’attesa a Phillip Island è tutta per quest’ultimo, il cui obiettivo è regalare ai propri tifosi un fine settimana indimenticabile come fu nel 2017.
    Chiamata a rincorrere invece la MV Agusta di Raffaele De Rosa (+0.582), che si porta negli scarichi della sorprendente Triumph di Stapleford. Alle spalle del campano c’è poi Kenan Sofuoglu, che in questo 2018 insegue il titolo dopo un’ultima stagione condizionata da difficoltà e infortuni. Soltanto 14° Badovini, addirittura 21° Canducci.
    ssp 400x271 - SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

  4. #4
    Desmorider L'avatar di GEORGE
    Con noi da
    June 2012
    Messaggi
    12,496
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Re: SBK Test - Phillip Island - Australia, 19/20 febbraio 2018

    Forza Randyyy!!! Ma un forza anche a Fede che oltre essere un concittadino è anche un amico...

 

 

Ci trovate sui motori di ricerca con:

Nobody landed on this page from a search engine, yet!
SEO Blog

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 04:39.
Powered by vBulletin® Version 4.2.2
Copyright © 2018 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.
Search Engine Optimisation provided by DragonByte SEO v1.0.16 (Lite) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd. Runs best on HiVelocity Hosting.
Donation System provided by vBDonate (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
Shoutbox provided by vBShout (Lite) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
vBulletin Optimisation provided by vB Optimise v2.5.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd. (Resources saved on this page: MySQL 15.00%)
User Alert System provided by Advanced User Tagging v3.3.0 (Lite) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
Live Threads provided by AJAX Threads (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.5.0 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2018 DragonByte Technologies Ltd.
madCrUNCH
United-Forum: CSS-Sprites
vBulletin Skin By: PurevB.com