PDA

Visualizza Versione Completa : Manutenzione Catena - Lavaggio e Lubrificazione



sTittafighter
22-06-09, 20:28
La catena

Controllare frequentemente:
1. la scorrevolezza delle articolazioni (le maglie devono muoversi liberamente)
2. che piastre, rulli, perni e o-ring non siano danneggiati
3. la presenza di tutti gli o-ring, di tutti i rulli e della molletta del giunto (se prevista)
4. che la molletta del giunto (se prevista) non sia eccessivamente usurata.
CONTROLLO E RIPRISTINO DEL TENSIONAMENTO.

E’ anzitutto consigliabile il controllo e il ripristino del corretto tensionamento dopo i primi 80-100 km di percorrenza con una nuova catena, e successivamente ogni 300-400 km. Il controllo si esegue dopo aver posto in asse i centri del pignone, del perno del forcellone e della ruota posteriore, e verificando che il punto medio del ramo inferiore della catena oscilli liberamente di 10-15 mm.
CONTROLLO DELL’USURA.

1. Mettere ben in tensione il ramo superiore della catena.
2. Rilevare la lunghezza della catena misurando, con un calibro o con una riga
- per catene 520, 525, 530 e 532 un tratto di 16 maglie e verificare che non superi la misura di 259 mm per catene convenzionali e di 256,5 mm per catene sigillate
- per catene 415,420 e 428 un tratto di 23 maglie e verificare che non superi la misura di 298 mm per catene convenzionali e di 295 mm per catene sigillate.
La corretta misurazione del numero di maglie indicato si esegue dal centro di un perno a quello del 16° (o del 23°) perno successivo, a seconda della misura della catena.

Nota: le attuali caratteristiche costruttive delle catene hanno reso assolutamente inefficaci le vecchie procedure di controllo, come ad esempio la misurazione della freccia laterale o, ancor peggio, la prova dello sbattimento laterale del ramo superiore della catena scossa con forza. Questi sistemi fanno apparire usurata anche una catena nuova.





Lavaggio

Normalmente l’operazione di lubrificazione della catena è sufficiente per garantirne contemporaneamente il lavaggio.

In caso, però, di eccessivo accumulo di sporco (sabbia, terra, particelle di asfalto e altri residui) è necessario intervenire con nafta o kerosene e procedere immediatamente all’asciugatura della catena con aria compressa.

In caso di fuoristrada, asportare fango, terra o sabbia con un getto d’acqua e procedere immediatamente all’asciugatura della catena con aria compressa.

[Only registered and activated users can see links] ATTENZIONE
• Evitare l’uso
di vapore, benzine o solventi.
Nel caso di pulizia di catene con O-Ring, evitare l’uso di spazzole dure o di altri metodi che possano danneggiare
gli O-Ring (l’aria compressa va mantenuta almeno 50-80 cm di distanza).

• Subito dopo il lavaggio, la catena
va lubrificata di nuovo come descritto
nel capitolo seguente.





Lubrificazione

Il ripristino della lubrificazione corretta è un’operazione di grande importanza per la lunga durata e per le migliori prestazioni della catena.

Poiché la funzione del lubrificante è quella di ridurre gli attriti, una carenza di lubrificante, o l’impiego di un prodotto non adatto, causano un aumento degli attriti, specialmente nell’area di lavoro tra perno e bussola.
Ciò assorbe energia, che si trasforma in calore e conduce ad una rapida usura dei componenti metallici della trasmissione. Inoltre, l’aumento della temperatura rende più fluido il lubrificante, che tenderà così a fuoriuscire dalle articolazioni della catena, causando un ulteriore aumento degli attriti. In questo caso occorre procedere al più presto al ripristino delle giuste condizioni di lavoro.
Segnali evidenti di cattiva lubrificazione sono un rapido allungamento della catena, la comparsa di zone rossicce (indice di ruggine), la presenza di cigolii e rumorosità della trasmissione.

Nelle catene con O-Ring la lubrificazione delle articolazioni è assicurata dal lubrificante sigillato dagli O-Ring nell’area di lavoro. Occorre tuttavia provvedere ad una lubrificazione periodica della catena e al ripristino del lubrificante tra rulli e bussole per ridurre gli attriti e la formazione di calore, aumentare l’efficienza della trasmissione, prolungare la vita della catena e dei pignoni.

La lubrificazione, inoltre, mantiene morbidi gli O-Ring evitando screpolature e conseguenti rotture e protegge dall’ossidazione i componenti metallici della trasmissione.
Per una corretta rilubrificazione della catena,
procedere secondo le seguenti istruzioni.



Lubrificazione di catene mediante pennello

[Only registered and activated users can see links]
Utilizzare olio minerale SAE 80-90 o lubrificanti specifici per catene moto, assicurandosi che non contengano additivi che possano danneggiare gli O-Ring.

1 - Stendere su tutta la lunghezza della catena, sia all’interno che all’esterno, un velo d’olio con l’ausilio di un pennello pulito.

2 - Dopo qualche ora eliminare il lubrificante
in eccesso utilizzando uno straccio pulito.



Lubrificazione di catene mediante prodotti spray

[Only registered and activated users can see links]

1 - Sistemare la moto con la ruota posteriore sollevata da terra e quindi libera di girare.

2 - Girare velocemente la ruota posteriore in senso opposto a quello di marcia.

3 - Dirigere il getto di lubrificante all’interno della catena, tra le piastre interne e le piastre esterne, nel punto immediatamente precedente a quello d’ingranamento sul pignone. Per effetto della forza centrifuga, il lubrificante, reso fluido dai solventi contenuti nello spray, si espanderà nell’area di lavoro tra perno e bussola, assicurandone la perfetta lubrificazione.

[Only registered and activated users can see links]

4 - Effettuare anche la lubrificazione dei rulli dirigendo il getto di lubrificante sulla parte centrale della catena.

5 - Dopo la lubrificazione, attendere 10-15 minuti per consentire l’evaporazione dei solventi veicolanti
che hanno portato il lubrificante all’interno dell’area di lavoro delle articolazioni (e che, se fossero ancora presenti, ne provocherebbero l’espulsione).

6 - Eliminare il lubrificante in eccesso con uno straccio pulito.